14. February 2019 · Comments Off on Come Realizzare Acconciatura Anni Venti · Categories: Guide

Premetto che nel video allegato la ragazza mostra come realizzare una pettinatura mossa ma le acconciature anni Venti possono essere realizzate anche con i capelli lisci. Detto questo, a seguire spiegherò il procedimento da seguire per l’acconciatura del video aggiungendo poi alcuni consigli su quella liscia, molto più semplice da realizzare. Con entrambe avrai comunque la giusta allure!

Se desideri ricci fitti la guida fa al caso tuo, ma tieni presente che in questo caso è meglio che tu abbia i capelli medio corti, lava i capelli e poi tamponali fino a renderli umidi oppure parti dai capelli asciutti e inumidiscili con dell’acqua. Successivamente applica dei bigodini stretti, di misura piccola e, se hai tempo, tienili in testa tutta la giornata o la notte; se invece hai fretta passaci il phon, in modo che i capelli prendano più velocemente la piega.

Una volta asciutti, togli i bigodini; la tua testa sarà un grazioso cespuglio che andrai a scompigliare con una spazzola in modo che i riccioli vengano scomposti. Ora fai la riga da parte e tira i capelli con un pettine e le dita, intervallo le ciocche con delle mollette o dei becchi d’oca in modo da creare quelle tipiche onde piatte. La stessa cosa fai dall’altro lato mentre dietro lavorali con pettine e dita. Trascorso il tempo di posa, magari mentre ti trucchi o fai altro per passare il tempo, togli anche le mollette.

Puoi anche scegliere di mettere le mollette o le pinze solo in alcuni punti della testa, questo se ad esempio vuoi lasciare una parte più liscia o più riccia. Comunque una volta tolte le pinze e sistemati i capelli con le mani, sarai a posto. Per completare il tutto spruzza un po’ di lacca per ‘tenere’ la pettinatura. Se invece vuoi il capello liscio e hai un caschetto, puoi stirarlo con la piastra, lucidarlo con della mousse o del gel con le punte girate verso l’alto.

Puoi arricchire l’acconciatura, sia essa mossa che liscia, con degli accessori, tipo un cerchietto con un fiore oppure una fascia con delle piume. Se invece hai i capelli lunghi, no problem: legali in una coda che poi andrai a girare sotto il collo con uno chignon basso (o anche alto volendo, tanto lo puoi mascherare con una fascia o un fiore). Il procedimento, poi, sarà lo stesso! Allora buon lavoro e in bocca al lupo!

14. January 2019 · Comments Off on Come Avere i Capelli Lisci Senza Piastra · Categories: Guide

I capelli lisci, soprattutto se la natura ti ha donato capelli tendenti al crespo, sono molto difficili da ottenere. Per sbrigarsi, solitamente si usa la piastra, ma, alla lunga, questa danneggia i capelli. In estate, puoi evitare di usare la piastra sfruttando prodotti pensati per combattere i capelli crespi.

Dopo avere fatto lo shampoo, usa il balsamo come se fosse una maschera per capelli, tenendolo in posa per un quarto d’ora. Questo dovrebbe rendere i capelli più facili da gestire per fare la piega liscia. Pettina i capelli ciocca per ciocca, usando un pettine a denti larghi e un phon molto potente. L’operazione durerà diverso tempo, perché dipende da quanto sono ribelli i tuoi capelli. Purtroppo, è tempo che va impiegato se vuoi un ottimo risultato.

capelli lisci

Quando avrai completato questo lavoro, dovrai usare un prodotto fissante e un prodotto trattante per i tuoi capelli. Il primo dovrebbe farti tenere la piega a lungo, anche se l’hai fatta a casa e senza l’uso della piastra, mentre il secondo serve a ricostituire il film protettivo del capello dopo il trattamento. Pettinando ciocca per ciocca, infatti, se hai i capelli fragili, rischi comunque di fare dei danni ai tuoi capelli, anche se questi saranno ridotti rispetto alla piastra.

In alternativa, è possibile utilizzare un dispositivo come la spazzola lisciante, che ha il vantaggio di non provocare bruciature.

I capelli lisci senza piastra si ottengono solo dopo parecchi passaggi con il pettine e con il phon, devi avere pazienza, ma alla fine i tuoi capelli avranno un look incantevole. Porta con te il fissante e un pettine, se, durante la serata, i capelli dovessero perdere il loro splendore, sarai pronta per correre subito ai ripari! In commercio ci sono tantissimi prodotti per capelli sempre lisci e perfetti: scegli bene i prodotti, anche fornendoti dai negozi per parrucchieri.

Potresti ottenere risultati migliori per i tuoi capelli, anche se usi questi prodotti con il fai da te in modo semplice.

14. June 2018 · Comments Off on Come Realizzare Acconciatura Anni Settanta · Categories: Guide

Parlando dal punto di vista delle acconciature, e se ne sei appassionata lo saprai di certo, gli anni Settanta sono passati alla storia per la grande tendenza alla cotonatura dei capelli delle donne che, grazie a questa semplicissima tecnica, realizzavano davvero delle acconciature molto belle e particolari anche a casa. Vediamo come realizzarne una in questa semplice guida.

Inizia con il lavare i capelli, senza dimenticare, prima, di spazzolarli e distribuire sulla loro superficie un po’ di prodotto districante. Una volta lavati, asciugali in maniera corretta, senza lasciarli umidi. Infatti, ho potuto constatare che sul capello ancora umido l’effetto non è assolutamente quello che si ha quando i capelli sono perfettamente asciutti.

Lavorando ciocca a ciocca, prendi la spazzola per cotonature e inizia a cotonare la tua capigliatura. Non devi tralasciare alcuna zona, fino a quando non l’avrai cotonata completamente. Naturalmente i tuoi capelli tenderanno a essere disordinati, ma non preoccuparti, perché l’effetto finale sarà ben diverso. E’ normale, infatti, che la cotonatura dia un aspetto disordinato e trasandato alla capigliatura.

Una volta terminata la cotonatura, spruzza abbondante lacca sui capelli e pettinali, tirandoli leggermente sul laterale ed effettuando con una prima parte un mezzo chignon, che devi poi fermare a metà altezza utilizzando delle semplici forcine per capelli. Fai lo stesso con i capelli rimasti. Riprendi la spazzola per cotonature, e cotona le punte, in modo da renderle particolari, e ben in evidenza, com’era tipico delle acconciature di quegli anni.

14. October 2017 · Comments Off on Come Scegliere l’Acconciatura Giusta in Base alla Forma del Viso · Categories: Guide

Quante volte, sfogliando una rivista o guardando la televisione, vi siete chiesti o immaginati come potesse esser quell’acconciatura sul vostro viso? Ogni persona può trovare il suo look ideale anche solo sistemando i propri capelli con qualche forcina, fermaglio e grazie l’utilizzo di un asciugacapelli o di una piastra, anche senza dover per forza ricorrere ad un parrucchiere professionista; basta avere solo un po’ di pazienza! Ma come possiamo orientarci nella scelta?

Le acconciature per visi tondi

Prima di tutto bisogna osservare la forma del proprio viso: infatti, ci sono diverse forme tra cui il volto tondo, il quale apparirà sicuramente diverso da un viso allungato e magro anche grazie all’acconciatura per capelli che sceglieremo. Partiamo, appunto, da un viso tondo: la prima cosa che ci viene in mente guardandoci allo specchio è di rendere il proprio volto meno tondo, cioè “allungarlo”. Per far ciò dovrete ricordarvi di evitare di lasciar scoperti i lati del viso e le mascelle, così che il tutto apparirà meno tondo; inoltre, i capelli dovrete renderli più gonfi in particolare nella parte alta del capo e, per finire, se siete amanti della frangia, potrete portarla, ma senza coprire l’intera fronte. Altro particolare da non tralasciare è la lunghezza dell’acconciatura per capelli: per questo viso è consigliabile un’acconciatura che scenda oltre il mento; difatti, i capelli che si fermano prima del mento contribuiscono a esaltare la rotondità. Se avete, invece, dei capelli corti, allora è meglio pettinarli all’indietro, magari facendo anche uso di un prodotto ideale per il vostro tipo di capelli. In generale, però, sono sconsigliati i tagli corti e le frange nette; per questo, come abbiamo già accennato, è meglio una frangia laterale che contribuisce a ridurre l’aspetto del vostro viso.

Altra cosa da evitare è quella di creare ricci o capelli voluminosi (magari potreste utilizzare un balsamo per capelli lisci o un siero oleoso come trattamento). Una capigliatura ideale per i “possessori” di un viso rotondo è un’acconciatura raccolta; magari legate i capelli con un bell’elastico colorato (ne trovate di tutti i tipi presso profumerie, supermercati e negozi di bijoux) lasciando alcune ciocche libere che cadono lungo le guancie e oltrepassano il mento. Poi, per rendere ancora più carina la capigliatura, potrete aggiungere delle simpatiche forcine con glitter; da evitare il cerchietto e le fasce per i capelli, poiché contribuiscono ad accentuare la rotondità del viso.

Acconciature per visi quadrati

Per le persone, invece, che hanno un viso quadrato, lo scopo principale è addolcire la nettezza dell’espressione. Prima cosa che è, assolutamente, da evitare sono i capelli lisci o tirati in modo rigido e la scriminatura centrale. E’ meglio concentrarsi su un’acconciatura  per capelli che sia più libera e morbida, che scivoli verso gli zigomi e le mascelle; questo, farà sì che la faccia risulti meno quadrata e geometrica. Se, invece, avete un taglio corto, è consigliabile portare una frangia laterale che nasconda in parte la fronte troppo squadrata e scegliete una scriminatura bassa. Tra le acconciature per capelli che si addicono a un viso con tratti spigolosi, sono quelle gonfie e spettinate poiché si viene a creare un contrasto tra i lineamenti quadrati e la pettinatura “spettinata”. Per creare questo effetto potrete utilizzare diversi prodotti ideali per lo scopo; per esempio, avvalervi di uno shampoo per aumentare il volume (reperibile presso i supermercati o profumerie a circa 4€) oppure della spuma adatta per accrescere il volume dei capelli. Invece, è da evitate la scelta di acconciature lunghe e lisce che tendono a zoommare la vostra mascella; stessa cosa per le frange dritte e il caschetto all’altezza del mento. Mentre  ricci e ondulature contribuiscono a rendere più rotondo il volto.

Per dare origine a questa capigliatura, non c’è bisogno di recarsi da un parrucchiere professionale, bensì basta avere una piastra a tubo per sistemare i capelli mossi; oramai, questa, è reperibile presso tutti i negozi di elettrodomestici o grossi supermercati a prezzi modici (dipende da marca a marca e dagli accessori che trovate all’interno della scatola). Tornando alla realizzazione, basta arrotolare una ciocca intorno alla piastra, in precedenza riscaldata (attenzione a non appoggiare le mani sulla piastra…fa male!); tenete la ciocca di capelli per un poco, senza farli bruciare, e dopodiché avrete i vostri capelli mossi. Per terminare fissate il tutto con un gel fissante.

Le acconciature per visi allungati e triangolari

Andiamo ora a vedere quali acconciature per capelli sono ideali per chi ha un viso allungato: solitamente, i visi allungati possiedono una corporatura piccola ed allungata; questo ne determina un collo corto e sottile. In questi casi, allora, sono prediletti i tagli corti e medio-corti; inoltre, in questa circostanza, la frangia può tornare davvero utile poiché copre la fronte e perciò “accorcia” la lunghezza del viso. Altra ottima soluzione per i volti allungati sono le onde e i ricci; il perché? In pratica, il volume ottenuto dai ricci e dalle onde farà sì che il vostro volto sarà più ampio e quindi diminuisce e/o riduce, in parte, il “difetto” della lunghezza. Invece, sono assolutamente da evitare le pettinature che allungano ancor di più il viso, come per esempio i capelli lisci e sciolti sin oltre le spalle; in generale, niente capelli con lunghezza superiore alle spalle.

.Simile a tale genere volto, è quello a pera o triangolare, il quale è caratterizzato da una fronte stretta e da una mascella pronunciata. Per bilanciare questo viso è consigliabile avere una capigliatura corta e, soprattutto, scalata in modo da evitare la netta evidenza della mascella. Per niente consigliati sono i tagli piatti e le acconciature di capelli lisce/schiacciate; in alternativa, potete creare voi stesse delle capigliature ricce. Per poterli fare basta che vi procuriate dei bigodini (meglio se di varie dimensioni) e dopo lo shampoo li mettete indosso ai capelli; dormirci sopra oppure teneteli per almeno tre ore senza levarli. Alla fine, ricorrete all’utilizzo di un gel spay oppure uno spray fissante, così che la pettinatura permanga più a lungo.

Le acconciature capelli per visi a cuore e visi a diamanti

Ma i volti possono essere anche di altre forme, per esempio, a cuore che è l’opposto del triangolare; andiamo, allora, a vedere qual è la migliore acconciatura di capelli per questo tipo di viso. La caratteristica principale di questo tipo di volto è il mento a punta, aguzzo, e con gli zigomi più ampi della mascella. Il migliore look che si addice a questa faccia è quello con il capello ampio, voluminoso e mosso, con una frangia leggera e vaporosa. Non sono indicati, invece, i tagli corti e voluminosi dalla radice; meglio sono i tagli lunghi e ondulati con una maggiore pienezza vicino agli zigomi e alla linea della mascella così da poter creare una maggiore armonia con il viso accostandolo a uno di tipo ovale. Se vi piace l’idea di averla, potete scegliere una frangia che renda più morbida la forma stessa del volto e, soprattutto, che smussi il mento che appare pronunciato.

Altro viso particolare è quello a forma di diamante; questa è una via di mezzo tra il volto a cuore e ovale. Questo viso, contraddistinto da zigomi larghi e fronte/mascella strette, può permettersi quasi tutte le acconciature di capelli poiché non ci sono problemi; c’è da dire però, che per evitare di incappare in degli errori, è meglio seguire le pettinature per i volti a forma di cuore. Perciò, sono ben visti capelli ariosi e voluminosi; per creare un’acconciatura di capelli diversa dalla solita, potete lavare i capelli e, dopo averli asciugati, lasciarli umidi e fare delle trecce. Dopo averle tenute per almeno due ore (meglio se una notte intera) scioglietele e usate un po’ di spuma per fissare il tutto.

Strumenti

Insomma, ogni volto può crearsi un stile particolare che si addice di più al proprio essere e alla propria immagine. Ma quali sono gli strumenti e accessori che potrete usare per creare delle acconciature ai capelli diverse e armoniose?

Partiamo dallo strumento più utilizzato, ossia la piastra per capelli; questa torna molto utile per stirare i capelli mossi, ma può avere degli effetti indesiderati sul capello. La piastra è acquistabile in qualunque negozio di elettrodomestici dai 15€, le più modeste, fino ai 130€, più professionali. Ecco dei piccoli consigli da seguire: usate la piastra solo dopo che i capelli sono puliti ed asciutti; usate una piastra delle dimensioni adatta al vostro tipo di taglio(ce ne sono di diverse dimensioni con piastra larga o stretta); non eccedere con la pressione su una zona di capelli e non passarla più volte su questa zona; dopo l’uso della piastra, utilizzate un prodotto adatto per il fissaggio (fissatore spray, gel o mousse) così da poter prolungare l’azione della piastra.

Per chi, invece, vuole ottenere capelli morbidi e ondulati, può ricorrere all’uso del diffusore, accessorio che trovate con l’acquisto di un phon; per ottenere il miglior effetto è consigliabile attorcigliare delle ciocche di capelli e, con l’aiuto delle dita, seguite e asciugate la vostra ciocca.

Altro strumento principale per creare acconciature di capelli perfette è il phon; la novità, che può solo giovare ai capelli, è costituita dal phon a ioni: questo oltre ad asciugare i capelli con aria calda, più rapidamente, “spara” ioni negativi sui capelli eliminando l’effetto elettrico sui capelli e li reidratazione. I prezzi cui potrete trovare un asciugacapelli di questo tipo si collocano dai 19 € fino ai 70€ e lo potete acquistare nei grossi supermercati e nei negozi di elettrodomestici.

Ricordatevi, inoltre, di trattare sempre bene i vostri capelli e ponendo attenzione a come li trattate, perché anche questo può influire la bellezza della vostra acconciatura. Eccovi dei consigli per non danneggiarli e renderli spenti e aridi dopo la realizzazione di una capigliatura: non spazzolate i vostri capelli con troppo vigore perché questo potrebbe portare al danneggiamento della fibra del capello; ponete attenzione a quando vi esponete sotto il sole, perché i raggi uv sono aggressivi; usare un balsamo o fate una maschera dopo lo shampoo, poiché s’incrementa la protezione del capello stesso; se usate prodotti per il restyling del capello (gel, spuma, spray fissanti) lavateli più spesso, poiché anche questi possono indebolire il cuoio capelluto e favorire la forfora e ultimo consiglio, per chi fa sport acquatici ed entra in contatto con il cloro (danneggiatore delle punte), usate la cuffia e dei prodotti specifici per proteggerli. Ricordate i capelli sono una bellezza da toccare, perciò non dimenticatevi di loro.

14. July 2017 · Comments Off on Come Scegliere l’Acconciatura Sposa · Categories: Guide

Il matrimonio è uno dei giorni che ricorderete per tutta la vita ed ogni sposa vorrebbe che tutto, in quel fatidico giorno, sia assolutamente perfetto. La scelta dell’acconciatura più adatta in un’occasione del genere è essenziale: i capelli sono un biglietto di presentazione fondamentale e scegliere l’acconciatura più appropriata diventa di primaria importanza per essere impeccabili nel giorno più bello della propria vita. Vediamo insieme quali elementi considerare per scegliere tra le acconciature per sposa quella che fa al caso nostro.

Dove comincia la scelta

Sfogliando cataloghi di parrucchieri o le patinate riviste di moda specializzate vedrete una miriade di acconciature per sposa di tutti i tipi: si materializzeranno davanti ai vostri occhi intrecci, nastri, accessori e proposte di ogni tipo che in un primo momento vi sembreranno una più bella dell’altra. Ma attenzione: non tutte le acconciature per sposa stanno bene a tutte e soprattutto ci sono dei fattori importantissimi da tenere ben presente quando si sceglie come acconciare i propri capelli in un giorno così speciale.

Vediamoli insieme. La prima cosa da valutare quando si sceglie un’acconciatura, che sia quella da sposa, come nel caso specifico, oppure un’acconciatura in generale, è la forma del proprio viso. Coloro le quali hanno un viso quadrato dovranno scegliere acconciature che non prevedano scriminatura al centro né tagli troppo rigidi come frangette perfettamente ritagliate sulla fronte e capelli appiattiti sulla testa. Chi ha un volto spigoloso potrà trovare molto beneficio nella resa finale della figura se “addolcirà” gli angoli scegliendo acconciature morbide, poco simmetriche che lascino cadere qualche ciuffo sul viso. Al contrario, chi ha il viso tondo farà bene a utilizzare una frangetta che lasci scoperte le sopracciglia e la parte bassa della fronte e scegliere acconciature che scendano oltre il mento per far sembrare il viso più allungato e meno rotondo. Stanno bene a chi ha il viso ovale tutte le acconciature classiche che raccolgono i capelli sulla testa all’altezza della guancia mentre chi ha il viso triangolare con un mento definito potrà sicuramente riconoscersi al meglio in un’acconciatura da sposa che si sviluppi sul collo magari con boccoli o ricci che avranno l’effetto di rendere illusoriamente la parte del mento un po’ più larga.

Anche il colore naturale dei capelli va tenuto in considerazione per un’acconciatura davvero perfetta. Chi non fa di professione il parrucchiere o lo stylist potrebbe pensare che per le acconciature per sposa il colore dei capelli sia assolutamente indifferente: niente di più sbagliato. Acconciature sofisticate che prevedono intrecci e molto uso di lacche e gel sono più visibili su un capello chiaro e quindi fanno molto più effetto su una bionda che su una mora. Al contrario lavorazioni come frisée o boccoli hanno un effetto molto più naturale su una capigliatura castana o scura piuttosto che su una bionda.

Punto secondo: l’abito e il velo

Il secondo fattore da considerare nella scelta tra le acconciature sposa è l’abito da sposa e la vostra altezza: questi due elementi dovranno essere il vostro punto di riferimento in quanto la resa di una sposa dipende da un insieme di elementi che non sono affatto autonomi ma sono collegati organicamente.

Se il vostro abito è particolarmente ricco, nella parte del busto, di decorazioni, perline o fiori ricamati evitate di porre le stesse perline anche nei capelli: la figura risulterebbe “appesantita” e avrete un effetto di eccessiva decorazione che potrebbe, più che abbellire l’intera figura, renderla sgradevole. L’acconciatura più adatta a un abito molto decorato è semplice, e il capello può esser decorato al massimo con un nastro o un cerchietto sottile. Al contrario, abiti molto semplici confezionati con stoffe particolarmente levigate come il raso o il tulle non ricamato permettono di “sbizzarrirsi” sui capelli che potranno, quindi, senza paura, sfoggiare acconciature anche molto sofisticate e accessori nei capelli come strass, fiori o mollette-gioiello. Abiti molto vaporosi sulla parte bassa con gonne particolarmente ampie oppure abbastanza ricchi di stoffa anche nella parte superiore (come ad esempio quelli con maniche a sbuffo, a pipistrello o con fasce sul decolté) stanno meglio con acconciature con i capelli raccolti: portare i capelli sciolti con abiti molto ampi non vi aiuterà ad alleggerire la figura.

Lo stesso vale per chi è in sovrappeso o di statura minuta: i capelli raccolti sono l’ideale per snellire il profilo oppure slanciare una sposa non troppo alta. Al contrario i capelli sciolti, soprattutto se portati ricci o ondulati, appesantiscono la figura aumentandone il volume. Acconciature da sposa con i capelli sciolti e lunghi saranno l’ideale per chi ha scelto un vestito da sposa stretto o fasciante come un modello bustier o a tubino, oppure un abito da sposa senza strascico, non eccessivamente lungo. Potranno optare per i capelli al vento senza rischiare di essere fuori luogo anche tutte le spose molto giovani oppure quelle particolarmente esili. Il velo è un altro fattore da tenere in considerazione. Dovrete scegliere un’acconciatura con uno chignon se lo vorrete appuntato dietro la nuca nel più classico dei modi oppure un’acconciatura senza scriminatura se preferite che ricada dal centro della testa.

Acconciature sposa con i capelli raccolti: lo chignon

Chi vuole puntare sul classico e non si vuole discostare troppo dalla tradizione punterà sicuramente su un’acconciatura raccolta. Chignon, trecce, capelli raccolti con bellissimi fermagli costituiscono da sempre il look tradizionale da sfoggiare davanti all’altare. Non pensate però che le acconciature raccolte siano riservate solo a spose classiche: ci sono, infatti, un’infinità di proposte molto moderne e giovanili che renderanno il vostro stile frizzante e ricercato. Ma andiamo con ordine.

Se vorrete essere una sposa classica e il vostro abito ve lo consente, potete optare per lo chignon semplice e ben appuntato sulla nuca. I capelli dovranno essere ben tirati sulla testa in modo assolutamente impeccabile, proprio come le ballerine classiche. Da qui potrete scegliere di far cadere un velo lungo e ricamato che si accorderà alla perfezione con l’acconciatura. Se vorrete emulare le dive del cinema ed avere uno chignon alto e ampio, come lo portava Audrey Hepburn nel celebre capolavoro cinematografico che ha dettato legge in fatto di moda “Colazione da Tiffany”, vi sarà sicuramente d’aiuto un tupè da appuntare in cima al capo e creare così quell’effetto di ampiezza e pienezza. Ricrearlo è molto semplice: legate i capelli in due code di cavallo, una più alta e una più bassa. Appuntate il tupè al centro delle due code con delle forcine in modo da coprire gli elastici che le raccolgono. Avvolgete quindi i capelli tutto intorno al tupè appuntando una ciocca alla volta con delle forcine fino a ricoprirlo completamente. L’effetto sarà decisamente “cinematografico”.

Se lo chignon vi piace ma preferite avere un look più moderno potete rendere lo chignon più morbido: tirate di meno i capelli, che avranno così un aspetto molto più naturale, e fate ricadere qualche ciocca anche sul volto. Appuntate lo chignon sulla nuca ma senza creare la classica “cipolla” da ballerina bensì arrotolate dolcemente i capelli da una parte in modo da avere uno chignon più allungato e meno rotondo, decisamente più spettinato e più dolce.

La treccia e il torchon

Un’inguaribile romantica non potrà far altro che ispirarsi al passato per la propria acconciatura da sposa, e le proposte sono davvero numerose. Per avere un aspetto “d’altri tempi” si può scegliere di avvolgere i capelli in una o più trecce oppure costruirli mediante sofisticatissimi torchon.

Partiamo da un’acconciatura da sposa creata attraverso una treccia: essa può essere una, lunga, da lasciar ricadere lungo la schiena ornandola magari di un nastro che la accompagna. Se non la si vuole lasciare lunga, la treccia si può anche avvolgere a più riprese attorno al capo creando, così, un effetto decisamente romantico che renderà la vostra figura super-femminile. Si possono fare, poi, molte piccole trecce da appuntare con delle forcine sul capo come fossero tanti piccoli fiorellini: l’effetto di un’acconciatura molto elaborata è assicurato.

Se il vostro vestito è molto decorato ma non volete rinunciare a un aspetto sofisticato anche in testa, un’acconciatura a torchon è l’ideale: pur senza inserire decorazioni in testa il vostro look apparirà comunque elegante e ricercato. A seconda dell’abito potrete creare un’acconciatura torchon più o meno tradizionale. Arrotolando i capelli in unico torchon avrete l’effetto “a banana” decisamente classico, che potete scegliere se costruire sulla nuca oppure far scendere sul collo e sulle spalle. Fare un bel torchon non è facilissimo, occorre un po’ di pratica. Per costruirlo la prima cosa da fare è tirare tutti i capelli indietro ma, a differenza dello chignon, in modo molto morbido: una buona lacca vi aiuterà in questo. Suddividete i capelli in ciocche: una centrale che parte dalla cima del capo, due laterali, tre ciocche più basse e centrali con i capelli della nuca. Se avete una capigliatura molto folta sarà sufficiente avvolgere le tre ciocche centrali l’una all’altra e poi nell’ordine avvolgere quella centrale alta e infine quelle laterali. Se invece volete un torchon più grosso che magari si estenda anche sul collo, potrete ricorrere a un piccolo tupè da racchiudere dentro le ciocche che costituirà il “cuore” del torchon. Questo tipo di acconciatura da sposa si può decorare eventualmente con un cerchietto che tenga i capelli ben indietro oppure con un fiore da appuntare dentro i capelli.

Acconciature sposa con i capelli sciolti

Un’acconciatura da sposa con i capelli sciolti si addice a una sposa moderna e giovanile. In tempi non troppo lontani era impensabile salire all’altare con i capelli sciolti ma oggi i segnali che ci arrivano dalle passerelle sono chiari: una sposa con la capigliatura fluente è quanto di più femminile ci possa essere. Portare i capelli sciolti, comunque, non è sinonimo di banalità: anche se liberi da forcine i capelli dovranno essere ben acconciati e impeccabili per poter arrivare alla fine della cerimonia come appena fatti. In più sono molteplici le proposte di accessori che si possono utilizzare su una capigliatura fluente.

Si parte dal cerchietto, che è la proposta più classica: può essere di stoffa o di strass, più o meno sottile a secondo dell’abito. Non abbiate paura di scegliere cerchietti che non siano necessariamente bianchi: una tinta da abbinare al colore dei capelli, scegliendo magari tra il rosa e l’avorio, va benissimo per una sposa originale e femminile. Lo stesso vale per cerchietti con decorazioni come pietre o fiori: se l’abito lo permette il cerchietto può essere quel particolare spiritoso che esprimerà tutta la vostra personalità.

Per tutte coloro che il giorno del matrimonio vorranno apparire come vere regine la scelta è obbligata: il vostro accessorio è la tiara. La tiara è una vera e propria coroncina, un diadema che si appunta sul capo come fanno le regine. Per evitare l’effetto “concorso di bellezza” la tiara si deve abbinare con un abito altrettanto “da regina”: il vestito dovrà essere lungo e ampio, meglio se con strascico. Evitate la tiara se vi sposate in abiti corti e moderni.

Al contrario, chi invece che regale preferisce apparire femminile e ordinata potrà indossare una fascia oppure un nastrino per tenere i capelli pettinati e fermi. La fascia, che può essere semplice oppure decorata e scintillante va benissimo per chi ha i capelli ricci o ondulati: niente di meglio per contenere fino a sera una capigliatura ribelle. Gli accessori come cerchietto, fascia e tiara vanno benissimo anche per chi ha i capelli molto corti e non può fare acconciature raccolte: un nastro lungo su un caschetto oppure un cerchietto di strass su un taglio alla maschile renderanno anche la capigliatura più corta di una femminilità assoluta.